REALTÀ E SIMBOLO NELLA LETTERATURA DEL ‘900

INFORMAZIONI SU QUESTO TESTO:

Sulle premesse teoriche di un metodo rigorosamente storico-filologico e sulla base di un'aperta professione di intenzionale disposizione "sine ira et studio" all'esame di una materia, per la quale la vicinanza nel tempo rende difficile il distacco, questo lavoro si volge a seguire la genesi del fatto letterario del novecento nel contesto europeo, alla luce delle componenti storico-politiche e comunque culturali che hanno potuto determinarlo.

Si tratta di indicazioni generali che vorrebbero agire solo come proposte di letture e sollecitazioni propedeutiche per l'approfondimento di una problematica così complessa come quella della civiltà letteraria del novecento.

Per essa, in particolare, riteniamo utile l'esame dei "fatti" e, quindi, la lettura diretta dei testi dei pensatori, dei politici e dello scrittore, che in questo periodo si pone come "tecnico-politico".

A tal fine, abbiamo ritenuto documentare il nostro discorso con i testi diretti dei poeti-critici di se stessi: dal manifesto del Futurismo di Marinetti, alle idee sulla poesia di Ungaretti e di Saba, al Discorso sulla Poesia di Quasimodo, alle spiegazioni dell'Avanguardia e dello Strutturalismo nelle definizioni degli stessi esponenti.

Siamo convinti, infatti, che le poetiche programmatiche degli stessi autori siano guida più certa ad una serena interpretazione e storicizzazione della loro opera che, talvolta invece, rischia, anche al di là delle intenzioni, di essere deformata dalle infrastrutture ideologiche ed estetiche, che si frappongono fra il critico militante ed il testo.

Il nostro invito si rivolge, in particolare, ai giovani che, sensibilizzati allo studio di questi problemi da una legittima ansia di documentazione sulla "substantia" dei fatti letterari, sono deviati da passionalità settoriali che, offendendo la verità, li offre a facili strumentalizzazioni (dall'introduzione della stessa autrice).

ANNO DI PUBBLICAZIONE

1974

Recensioni e presentazioni

Recensito in quotidiani e riviste dell'anno è stato presentato autorevolmente a Salerno e Roma etc.

Si è evidenziato che il volume ha aperto fra i primi un discorso rigoroso quanto essenziale sul '900 letterario che tutt'ora risulta di grande utilità.

Un estratto del volume ha costituito testo di aggiornamento in corsi tenuti dall'autrice per i docenti dei licei. CFR "Fin de siècle - Genesi dei miti e delle forme della civiltà letterario del Novecento" Avellino 1974

Date

January 01, 1974

Category
Libri
About This Project