RAPPORTO POESIA-MUSICA IN ARRIGO BOITO

Informazioni su questo testo:

Il saggio su Boito, preceduto da autorevoli consensi critici riguardanti i saggi precedenti della Scarsi sullo stesso argomento (CFR. l'epistolario inedito Boito-Bellaigue in misure critiche Salerno 1971 n1), ripropone in nuove dimensioni lo studio di una figura difficile e sfuggente del nostro ottocento, sulla quale la critica non è andata al di là di semplici analisi impressionistiche.

L'autrice raccoglie pazientemente da scritti vari le idee estetiche di Boito in organica sistemazione, sino a definirne la poetica nella sua portata storica di tramite tra Romanticismo e Decadentismo.

Alla luce di essa sviluppa l'originale tesi della genesi della musica di Boito dalla poesia, il cui iter, analizzato in funzione della realizzazione della sua vocazione musicale, è proiettato nella direzione della letteratura di avanguardia.

Il risultato è il profilo d'un Boito attuale in cui la duplice attività di poeta e musicista, nonché dimidiarne la personalità: il poeta a discapito del musicista o viceversa, chiarisce la portata innovatrice di un'opera in cui poesia e musica s'inverano in un rapporto di dialettica complementarietà. Ne è espressione, autore lo stesso Boito del testo poetico e musicale, il "mefistofele" che attua l'attesa riforma del melodramma.

Anno di Pubblicazione

1972

Recensioni

il volume è stato presentato a Salerno, Napoli, Roma, etc. da autorevoli specialisti in letteratura e musica fra cui si ricorda in particolare Nicola Rossi Lemene, etc, ha ricevuto recensioni autorevoli in riviste scientifiche e quotidiani.

Ha fatto testo per studenti e ricercatori e tutt'ora costituisce un punto di riferimento fondamentale nella materia.

Date

January 01, 1979

Category
Libri
About This Project