L’IMMORTALITÀ

INFORMAZIONI SU QUESTO TESTO:

È il primo saggio di narrativa dell'autrice finora impegnata sul versante della critica letteraria e di arte, felicemente accolto dalla critica.

Da un episodio biografico veramente vissuto la vicenda si svolge negli anni della Seconda guerra Mondiale fra Salerno e Coperchia dove la famiglia dell'autrice, era sfollata.

L'immortalità è l'Arte che salva Italo padre di Giovanna dai campi di concentramento perché riesce a suscitare l'ammirazione e la commozione dei Tedeschi con la sua voce magnifica di tenore lirico.

La narrazione muove dall'occasione triste della riesumazione del cadavere di Italo. Giovanna, andando a ritroso nel tempo ricostruisce come in una lunga notte di sogno gli eventi con forte intensità emotiva e riesce a far rivivere l'atmosfera degli anni terribili della guerra fra dolore ed amore fra morte e vita. Al centro si pone sempre il valore salvifico dell'arte grazie a cui tutti i familiari riescono a ritrovare la voglia di vivere e la forza di ricominciare.

ANNO DI PUBBLICAZIONE

1996

RECENSIONI

È stato presentato la prima volta a Salerno nel salone del Circolo Canottieri Irno da Dante Maffia e Luigi Reina indi  recensito ne "il Mattino" ed altri quotidiani sempre con vivo consenso.

Category
Libri
About This Project