COME UN SOGNO D’OR: FRANCESCO SCARSI FRA VITA ED ARTE

INFORMAZIONI SU QUESTO CD

È l'ultima edizione aggiornata degli altri CD prodotti negli anni precedenti a cura dell'informatico Mario Ciampa.

Il CD raccoglie le più celebri romanze da camera della Belle Epoque in più anche qualche canzone da salotto e qualche celebre canzone napoletana storica e un brano lirico:

  1. O fanciulla all’imbrunir – Frasquita – F. Léhar
  2. Canto di amore indiano – Rosemarie – Friml-Harbach
  3. Ideale – F. P. Tosti
  4. Rimpianto – E. Toselli
  5. Musica proibita – S. Gastaldon
  6. Cara piccina – Bovio – Lama
  7. Silenzio ‘ncantatore – Bovio – Lama
  8. Non ti scordar di me – Furnò – De Curtis
  9. Tu che mi hai preso il cuor – il paese del sorriso – F- Léhar
  10. Torna a Surriento – G. e E. De Curtis
  11. Ti voglio tanto bene – Furnò – De Curtis
  12. Tu can nun chiagne – Bovio – Di Capua
  13. I’ te vurria vasà – Russo – Di Capua
  14. Mattinata – R. Leoncavallo
  15. È la solita storia del pastore – Arlesiana – F. Cilea
  16. Ave Maria – F. Schubert

Il tenore è Francesco Scorsi, salernitano DOC proveniente da una famiglia di artisti di antica radice storica. Ha studiato al conservatorio di San Pietro a Majella a Napoli, deve è stato ammesso per borsa di studio, ed è stato alunno del maestro Vitale, della professoressa Conversano, etc. Specializzatosi, poi, alla scuola del mastro Nicola Rossi Lemene, compagno di studi di Riccardo Muti. Ha svolto attività concertistica nella sua città, in Italia ed all'estero. Apprezzatissimo soprattutto quale tenore lirico leggero alla Tito Schipa e Carlo Buti in un repertorio specialistico in cui predomina la romanza da camera alla cui diffusione, egli, ha dato un contributo notevolissimo che giustifica il successo dei suoi CD riproposti in edizioni diverse. Nel 2013 nell'occasione dell’anniversario D’Annunziano si è tenuta un'altra edizione speciale, presentata nei convegni su D’Annunzio dei Martedì Letterari. Successivamente un’altra edizione ancora in occasione delle celebrazioni dell’anniversario di Dante, tenute in varie sedi dalla sorella Giovanna. L’ultima edizione, arricchita ed aggiornata, è stata offerta dal comune di Salerno in ricordo del tenore scomparso ed in coincidenza col trenta-cinquennale dei Martedì Letterari di cui fu socio fondatore. Nell'occasione, il 24 Gennaio 2017, il tenore scomparso è stato al centro di una toccante commemorazione tenuta dal regista e drammaturgo Prof. Giovanni Antonucci col commento di alcuni brani scelti dal CD ed alcune proiezioni di spezzoni di concerti da antiche registrazioni. Densa è la stampa dei quotidiani e di riviste specialistiche, si cita per ultima la rivista "Le Muse" - aprile 2017, che riporta un articolo delicato e sensibile, a cura di Pia Santoro: "Franco Scarsi: Musica e memoria".

Si riporta, fra i tanti, il giudizio di  Giovanni Antonucci qual è riportato nell'ultimo CD unitamente alla poesia dedicata a Franco dalla sorella Giovanna:

”Come un Sogno d‘or”, una profonda CD che contiene classici della romanza da camera, della canzone da salotto e dell’operetta. L’emozione nasce da un elemento oggi spesso trascurato anche da cantanti illustri: il rapporto intimo inestricabile fra parole e musica. Nelle interpretazioni di Francesco Scarsi non spiccano solo una tecnica raffinata ed uno splendido colore vocale ma anche, forse soprattutto, una sensibilità interpretativa di cui ai nostri giorni si è perso lo stampo. Interpretare Tosti, Toselli, Gastaldon, Leoncavallo, per fare solo qualche esempio, significa cogliere l’essenza e l’emozione che nasce dalle loro invenzioni musicali. Ma questo CD è anche un grande omaggio a una cività musicale che ci ha lasciato tanti tesori che oggi spesso e volentieri vengono ignorati, un omaggio alla grande famiglia e al salotto “Fin de Siècle” del trio Scarsi, tenore Italo, Soprani Elsa e Leonia, pianista Flora, Direttore Don Giacomo baritono e musicologo. Questa serata sarà memorabile, del tutto dovuta per il talento e per il rigore nel valore incommensurabile dell’Arte di Francesco Scarsi

Giovanni Antonucci, Critico teatrale, Regista, Dirigente Rai

 

”E non ho amato mai tanto la Vita…”

La passione della Vita

Il martirio di tanto soffrire

Nei tuoi fantasmi lirici

CANTASTI

 

Nella tua voce vibrante

Di angelica dolcezza

Al cielo rapisti accenti

Struggenti

DI VITA E DI MORTE

 

Via Tasso N°59…

I garofani rossi ed il prossimo

L’Arte, il salon d’oro ed i concerti

La terrazza sul mare dai

ROSSI GERANI

 

IDEALE torna a sorridere

Sul tuo bel volto proteso

Verso i cieli dell’immortalità

PACE ci indichi

LA VITA

FRANCO

ANNO DI PRIMA PUBBLICAZIONE

2013

Category
CD
About This Project