banner-01
banner-03

La preside Giovanna Scarsi ringrazia il pubblico durante il trentacinquennale dei Martedì letterari

Giovanna Scarsi già docente di italiano e latino e Preside nei licei, ultima sede Liceo Classico Torquato Tasso, e docente universitaria a contratto, è critico letterario, saggista, specialista riconosciuta a livello internazionale della problematica del rapporto fra le arti, in particolare letteratura e musica otto/novecento. È organizzatrice e promotrice culturale da sempre. Svolge attività di consulenza editoriale ed è fondatrice e presidente dal 1981 ad oggi de I Martedì letterari di Salerno. Laureatasi in lettere a Napoli, a soli venti anni con lode e pubblicazione, con una tesi di filologia classica I personaggi dell’Eneide nel mito, nella letteratura e nella fantasia del poeta, relatore il professore Francesco Sbordone, è entrata giovanissima per concorso nei ruoli di Italiano e Latino nei Licei. Successivamente nel 1981, dopo aver superato un altro concorso fortemente selettivo, diventa dirigente nei licei, continuando comunque, contemporaneamente e costantemente, il suo impegno in attività di docenza e di ricerca all'università. I suoi interessi scientifici si volgono da sempre all’otto/novecento con particolare riguardo alla Scapigliatura milanese ed alla letteratura artistica di cui resta l’unica specialista in Italia, che continua la lezione di Ferruccio Ulivi. I suoi contributi in molti convegni internazionali fra cui quelli dell’A.I.S.L.L.I. sono presenti negli atti, riconosciuti ed apprezzati per il rigore scientifico e per la novità dei percorsi di indagine. Tuttora svolge intensa attività di ricerca, di conferenziere e di animatrice culturale ed artistica; quale critico letterario e d’arte si rivolge a scoprire e valorizzare, soprattutto, nuovi e giovani talenti in poesia, pittura e musica. Collaboratrice di molte riviste scientifiche di italianistica italiane e straniere (Italianistica, Otto/Novecento, In limine, Filologia e letteratura Ankara, Mosaico San Paolo Brasile), per un periodo anche della Radio Vaticana, dal 1980 collabora ininterrottamente a Studium rivista, editrice e convegni. Vincitrice, fra i tanti, anche dei concorsi per le istituzioni all’estero, ha recato i risultati delle sue ricerche in cicli di conferenze e di lezioni negli istituti di cultura italiana all’estero e nelle università nonché nei convegni internazionali: Bruxelles, Ankara, Belfast, Odense, New York, Los Angeles, etc. Fondatrice, prima, del centro studi "Maritain", nel 1981 fonda i Martedì Letterari di cui è fino ad oggi presidente a vita Ha ricevuto numerosi riconoscimenti fra cui, più volte, il premio della Presidenza del consiglio dei ministri, il premio internazionale per la cultura Nettuno, i premi letterari San Nicola Arcella, Alburni, Virgilio etc. Di particolare rilievo sono i premi del presidente della Repubblica Napolitano del 2011, relativo all'impegno di celebrazione dell’anniversario dell’unità d’Italia attraverso il ciclo di convegni “Il futuro della libertà”, e l’altro del 2012, in occasione del trentennale dei Martedì Letterari al Teatro Verdi di Salerno, per la pubblicazione della seconda parte di un’antologia degli atti dei Martedì Letterari “La funzione civile della letteratura” Studium Roma 2012.

Complessivamente tra i volumi di Giovanna Scarsi (circa una ventina) ed i saggi critici si supera il numero di cento pubblicazioni. Si aggiungono poi le pubblicazioni di arte e le raccolte di liriche nonché di narrativa accolte dalla critica con pieno consenso.
Fra le pubblicazioni scientifiche più autorevoli:

  • Il rapporto poesia-musica in Boito Roma 1972,
  • Realtà e simbolo nella letteratura del ‘900 Roma 1974,
  • Camerana e Manzoni Vita e pensiero Milano 1978,
  • Scapigliatura e ‘900 – poesia-pittura-musica, coll. Nuova universale Studium Roma 1979,
  • Il rapporto fra le arti otto/novecento, Ed. Sciascia coll. Viaggi e studi Roma 1985.(in questo volume di ben 400 pagine, Rosaria Assunto intravede le linee di una nuova estetica)
  • F. Ulivi fra storia, letteratura ed arte 1999, coll. Nuova universale Studium Roma 1999,
  • La letteratura fra testimonianza ed arte  Nuova universale Studium Roma 2000,

Per Studium rivista ha pubblicato molto sugli epistolari D’Annunzio-Duse, Pirandello-Abba e numerosi saggi sulla letteratura del Novecento, approfondendo in particolare alcuni autori della poesia religiosa quali Rebora e Turoldo.

Per il Pensiero scientifico Roma, in una miscellanea, un saggio sulla Scuola medica salernitana. Altri saggi sulla Scuola Medica Salernitana sono pubblicate in atre riviste:LA scuola di domani confronti etc.

Per l’edizione Momento medico il volume Attualità della scuola medica salernitana; per l’editrice La Veglia nella collana Profili e personaggi, il volume Nicola Fiore sindacalista rivoluzionario?

Ha esordito in poesia nella collana Coup de dès appositamente aperta, nelle edizioni Sciascia Roma Il Muro di pianto, che ha ricevuto vari premi ed in narrativa con L’immortalità nella collana Le coccinelle dell’editrice Oleandro – Roma.

Ha curato Il primato della cultura, opera di circa mille pagine che raccoglie le testimonianze più autorevoli del primo percorso dei Martedì letterari, successivamente Novecento: Storia, scienza, letteratura ed arte, atti del convegno internazionale da lei diretto e coordinato per la scuola e l’università a Salerno, e “La funzione civile della letteratura Ed. Studium Coll. La Cultura Roma 2012″ atti del secondo percorso dell’ente di cultura, in occasione del trentennale

La prima applicazione concreta della lezione del rapporto poesia-pittura-musica è l’opera La divina costiera fra poesia, pittura e musica (Scarsi-Plachesi-Zapata) nelle Edizioni De Luca Salerno 2001 con prefazione critica di Ferruccio Ulivi. Recentemente sono apparse altre due cartelle di arte in collaborazione con A. Plachesi, per le stesse Edizioni; Salierno bella: c’era una volta con prefazione di Vincenzo Cappelletti e Il canto del mare. La costa amalfitana e la costa cilentana fra pittura e lirica con saggio critico della stessa autrice (2004 e 2012) e la raccolta di liriche Sinfonia dell’incompiuto per le edizioni Guida Napoli 2005 con illustrazioni di A. Plachesi e Mario Carotenuto ed il saggio critico di Sergio Campailla.

Ha curato criticamente con un saggio critico introduttivo anche la cartella d’arte “Amalfi” Plachesi-Gargano Ed. De  Luca 2010.

Numerose e continue le sue prefazioni critiche ed i suoi saggi per volumi ed opere editoriali, per le edizioni Guida, le edizioni Del Gonfalone Città di Nettuno ed altre case editrici, riviste scientifiche: “In Limine” Roma, “Mosaico” Roma, “Misure Critiche” Salerno.

Giovanna Scarsi non conosce soste. La sua attività continua a vari livelli: il suo impegno di critico militante e di animatrice del dibattito culturale si esprime in varie iniziative, difficili da elencare per problemi di spazio.

Ha partecipato, tra l’altro, in qualità di relatrice a moltissimi convegni, nazionali ed internazionali, di cui si riporta in questa sede solo un parziale elenco rinviando agli atti pubblicati.

  1. Scapigliatura tra otto e novecento: il rapporto tra le arti – univ. Di Ankara 1981;
  2. Guido Gozzano: i giorni, le opere – Gozzano e gli scapigliati – Olscki – Firenze 1985;
  3. Giacomo Leopardi – Il rapporto tra le arti, University of California, Los Angeles-1988;
  4. Il transito del vento: il mondo e la poesia di Albino Pierro; rapporto tra poesia e musica in Pierro; Università Salerno 1989;
  5. Sanguineti ideologia e linguaggio, dalla scapigliatura alla neoavanguardia; 1989;
  6. Mario Rapisardi, le ricordanze di M. Rapisardi; istituto storia del teatro siciliano – 1991;
  7. Letteratura italiana e musica, poesia-musica in Boito; università of Odense, 1991.
  8. Il salotto letterario fin de siècle, Gardone AISLI 2000;
  9. Alfonso Gatto – la collaborazione tra le arti e le sinestesie; università di Salerno 2001.

La sede dei "Martedì Letterari".

Tra le pubblicazioni ultime si evidenzia un volume che ha sortito notevole successo per l’originalità della ricerca interdisciplinare (poesia, pittura, musica, teatro, cinema) nonché per la suggestività del periodo che ha fatto registrare vari “revivals” in TV e al cinema: “La leggenda dell’artista nella bella epoque” 2009 ediz. Studium Roma collez. Nuova Universale. Di particolare rilievo si segnalano i seguenti saggi critici connessi all’anno dannunziano da Lei coordinato in varie iniziative dei Martedì letterari col patrocinio anche del Vittoriale:

  1. “Attorno a questo mio corpo: Eleonora Duse - Mosaico 2011;
  2. Il vate e la gloria, Eros e passione in D’Annunzio: Prolusione all'anno dannunziano – Martedì letterari Salerno 2014;
  3. Il rapporto fra le arti nella scapigliatura in miscellanea Occasioni e percorsi di letture – Martedì letterari,Salerno 2015;
  4. La leggenda dell'artista: Luisa Baccara: la Signora del Vittoriale in miscellanea Non di tesori eredità – Martedì letterari, Salerno 2015
  5. Etica e politica in Dante, poeta di contestazione, Salerno 2015.
  6. Eros e Passione: D’Annunzio 150 anni dopo in Misure Critiche, Salerno (In pubblicazione)
  7. Su questa problematica, Giovanna Scarsi è impegnata per le celebrazioni dantesche del 750-esimo anniversario della nascita di Dante in vari comuni italiani a favore in particolare del pubblico dei giovani cui propone questa suggestiva proposta di rilettura di Dante nella contemporaneità.
  8. Saggi su Francesca De Angeli, Rosario Bonavoglia, Sergio Campaella in "Studium" Roma 2016.

Di seguito gli studiosi più autorevoli che hanno scritto di Lei:
F. Ulivi (Roma), B. Marniti (Roma), G.Cavallini (Genova), V. Cappelletti (Roma), S. Campailla (Roma), Pierangeli (Roma), Zappullia (Catania), D’Episcopo (Napoli), J.Moestrup (Odense), Negri (Milano), Farinelli (Milano), Manica (Ankara), Gardella (Bruxelles), Singh (Belfast), C. Vidiri Varano(Napoli), D. Rea (Napoli). L. Reina (Salerno)

Il lungo elenco della produzione  letteraria ed artistica di G. Scarsi, fin qui redatto, è da considerarsi ancora provvisorio, in quanto destinato ad allungarsi con altre pubblicazioni, interventi, saggi, relazioni per atti dei convegni, miscellanee, riviste scientifiche in corso di pubblicazione.  I suoi scritti, recensiti in riviste specialistiche italiane e straniere e nelle pagine di cultura dei più importanti quotidiani nazionali ed esteri, continueranno ad essere materia di dibattito culturale, civile e sociale.